Categoria: Senza categoria

Aside

VUOI ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONI? RICHIEDICI L’ISEE

L’ISEE, cioè l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, è lo strumento di valutazione secondo criteri unificati della situazione economica dei richiedenti di agevolazioni. Può essere richiesto per prestazioni di tipo sociosanitarie, per minorenni con genitori non conviventi e in caso di prestazioni per il diritto allo studio universitario (ISEE Università).

Si calcola rapportando l’ISE e il parametro nella scala di equivalenza. Il parametro nella scala di equivalenza varia in base al numero di componenti del nucleo familiare e viene incrementato di 0.35 per ogni componente dopo il 5°.

Vengono applicate delle maggiorazioni nel caso di:

  1. Nuclei familiari con 3 figli (+0.2), con 4 figli (+0.35), con almeno 5 figli (+0.5)
  2. Nuclei familiari con minorenni (+0.2), nel caso in cui il minore abbia meno di 3 anni e i genitori abbiano svolto attività di lavoro per almeno 6 mesi dell’anno dichiarato (+0.3)
  3. La maggiorazione della lettera B viene applicata anche nel caso in cui il nucleo familiare è composto da un solo genitore non lavoratore con figli minorenni.
  4. Componenti del nucleo familiare con disabilità media, grave o non autosufficiente.

Nel caso in cui non sia possibile calcolare l’ISEE dei redditi percepiti nel secondo anno solare precedente la DSU, a causa di eventi avversi, c’è la possibilità di calcolare un ISEE corrente, che si basa sui redditi degli ultimi dodici mesi o su quelli degli ultimi due mesi rapportandoli su tutto l’anno.

Per la richiesta dell’ISEE corrente è necessario avere: un ISEE in corso di validità, una variazione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non rientranti nel reddito complessivo a fini IRPEF; oppure una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo superiore al 25%.

Per il calcolo dell’ISEE sono necessarie le informazioni contenute nella DSU, le quali sono in parte acquisite dagli archivi amministrativi dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS e in parte sono autodichiarate:

  • Da parte dell’Agenzia delle Entrate sono ordinariamente acquisiti: reddito complessivo a fini IRPEF, spese per le quali spetta la detrazione di imposta o la deduzione del reddito complessivo (inserite nella dichiarazione dei redditi dell’anno precedente alla presentazione della DSU);
  • Da parte dell’INPS vengono acquisiti i dati relativi a trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non soggetti a IRPEF ed erogati direttamente da INPS;
  • Vengono autodichiarati: dati anagrafici del nucleo familiare, soggetti rilevati al calcolo delle componenti aggiuntive, dati relativi alla disabilità o non autosufficienza, dati relativi alla casa di abitazione, valore del canone di locazione annuo, dati relativi al patrimonio immobiliare, reddito complessivo, immobili assoggettati all’imposta sostitutiva nella forma della cedolare secca, immobili assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta, assegni periodici per il mantenimento dei figli, autoveicoli e altri beni durevoli.

N.B. Il nucleo familiare del richiedente è costituito di norma dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU.

Per la richiesta del calcolo ISEE è possibile presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica in modalità precompilata o non.

  • Per la DSU non precompilata lo studente richiedente l’ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario, si può rivolgere a INPS, CAF o al Comune. Solo l’Attestazione ISEE con numero di protocollo della DSU attribuito da INPS conterrà il calcolo dell’ISEE.
  • Per l’accesso alla DSU precompilata il richiedente deve accedere alle funzionalità rese disponibili da INPS all’interno dell’area autenticata nel sito web, oppure può delegare all’accesso per via telematica un CAF.

 

Nella DSU precompilata:

  • Vengono precompilati i componenti reddituali e patrimoniali;
  • Vanno autodichiarati dopo la precompilazione alcuni dei dati richiesti nei Quadri del Foglio componente quali: dati del componente, redditi e trattamenti particolari, assegni periodici per coniuge e figli, autoveicoli e altri beni durevoli, disabilità e non autosufficienza, patrimonio mobiliare e immobiliare detenuto all’estero, redditi ordinariamente dichiarati all’agenzia delle entrate;
  • Vengono precaricati i dati contenuti nei Quadri A e FC1, B prima sezione, FC5, FC6, FC7

Per la compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), sono richiesti i seguenti documenti:

  • Per i dati anagrafici e la composizione familiare: codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare, documento d’identità dei componenti maggiorenni, permesso di soggiorno in corso di validità (per i cittadini stranieri), nel caso di componenti separati o divorziati anche la sentenza di separazione o divorzio e codice fiscale dell’ex coniuge;
  • Per la condizione di disabilità o invalidità: certificazione della condizione di disabilità o invalidità
  • Per la casa in affitto: contratto di locazione
  • Per immobili (fabbricati e terreni di proprietà, in Italia e all’estero): documentazione che attesti rendita catastale, reddito dominicale, valore delle aree edificabili e quota di possesso, quota capitale residua al 31/12/2018 del mutuo o contratto per l’acquisto o la costruzione degli immobili, documentazione attestante il valore ai fini IVIE degli immobili posseduti all’estero
  • Per il patrimonio mobiliare (in Italia e all’estero): identificativo rapporto, codice fiscale dell’operatore finanziario, data di inizio e/o fine del rapporto finanziario se è avvenuta nel 2018; libretti, c/c bancari o postali e carte ricaricabili con saldo al 31/12/2018, valore nominale al 31/12/2018 di titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e buoni fruttiferi; valore al 21/12/2018 di azioni o quote di investimento, partecipazioni azionarie in società italiane e/o estere; altri strumenti e rapporti finanziari, contratti di assicurazione a vita
  • Per autoveicoli e motoveicoli: targa o estremi di registrazione al PRA di autoveicoli o motoveicoli (con cilindrata maggiore o pari a 500 cc), navi e imbarcazioni da riporto

Documenti utili da presentare ai fini della richiesta della sottoscrizione dell’Attestazione ISEE Università nel caso di studente indipendente: documenti da cui si possa evincere la data di uscita dal nucleo familiare e il reddito complessivo dei due anni precedenti.  (Nel caso in cui lo studente non risulti autonomo, occorre che aggiunga ai documenti necessari per l’ISEE, il numero di protocollo dell’ISEE di provenienza.)

Documenti utili per la sottoscrizione dell’ISEE Corrente: documento attestante la modifica dell’attività lavorativa o situazione reddituale, documenti relativi a redditi e trattamenti assistenziali percepiti nei 12 mesi precedenti la presentazione dell’ISEE.

 

Per informazioni contattare lo Studio Troisi al numero 0332-806018.

 

Varese, 10 marzo 2021

Vuoi creare una start up?

Contattaci per: analizzare la tua idea imprenditoriale; verificare i requisiti per accedere alle agevolazioni, ai benefici e agli incentivi; valutare la sostenibilità economica e finanziaria del progetto; impostare una corretta pianificazione fiscale; ricerca di fondi pubblici e fund raising per…

LEGGE DI BILANCIO 2021: PIOGGIA DI BONUS!!!!!!

La Legge di bilancio 2021 ha introdotto svariati nuovi bonus. Alcuni di questi bonus sono richiedibili solo da chi ha un determinato Isee. A seguire elenco dettagliato. Requisiti Cosa agevola Cosa manca per l’attuazione Scadenza Esonero dei contributi per autonomi…

RISTORI QUATER

Proroga versamenti Il nuovo decreto interviene sullo slittamento del termine di versamento degli acconti al: 1) 10 dicembre 2020 per tutti i contribuenti “operatori economici”, senza alcuna distinzione; 2) 30 aprile 2021 per i soggetti non ISA: 2.1) ovunque dislocati, con ricavi o compensi…

Nuova autocertificazione per gli spostamenti

Con il nuovo DPCM del 4 novembre 2020  torna il modulo di autocertificazione per gli spostamenti. Il Dpcm firmato per limitare la diffusione del Coronavirus, prevede una divisione in tre zone dell’Italia in base a tre fasce di rischio  contagio. L’autocertificazione servirà…

COLLABORATORI SPORTIVI: AL VIA LE INDENNITA’ PER IL MESE DI NOVEMBRE

La domanda è da compilare esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che sarà attiva dalle ore 14:00 di  oggi – lunedì 2 Novembre sul sito di Sport e Salute. La procedura è attiva al seguente link: https://www.sportesalute.eu/primo-piano/2291-collaboratori-sportivi-al-via-la-presentazione-delle-domande-per-l-indennita-di-novembre.html stessa procedura e documenti richiesti per la…